Allestimenti di sicurezza e classificazione delle superfici dei tetti per uso e manutenzione.

Indicazioni elaborate dal gruppo di lavoro internazionale D-A-CH-S.


Per via della responsabilità a carico dei committenti-proprietari-utenti, riguardo agli allestimenti di sicurezza, per i lavori di manutenzione eseguiti successivamente nei fabbricati, si nota per la prima volta, che fino ad oggi esistono poche basi di pianificazione e decisione per la scelta, il montaggio e il dimensionamento di tali allestimenti. Le case costruttrici, prescrivono abbastanza bene le procedure di montaggio degli allestimenti, ma invece la pratica dimostra, che a causa della mancanza di precise prescrizioni, spesso vengono progettate ed eseguite soluzioni minime oppure anche soluzioni insensate o sovradimensionate. L'idoneità ed efficacia di questi allestimenti di sicurezza, utilizzati dopo alcuni anni, spesso risultano essere insufficienti.
I soggetti coinvolti (committente, coordinatore, progettista, esecutore), molte volte non possiedono le conoscenze basilari sulla progettazione degli allestimenti di sicurezza per lavori eseguiti successivamente sui tetti. Una normativa specifica riguardo a "se" e "come" i tetti devono essere attrezzati, è di grande aiuto per tutti coloro che sono coinvolti. Per gli utenti coinvolti (imprese artigiane esecutrici, che da una parte vengono incaricate per l'installazione, sono coloro che diventano gli utilizzatori più frequenti) questo vale in particolare, perché nelle piccole costruzioni il progettista di detti allestimenti sono le stesse imprese artigiane, che comunque attraverso gli obblighi di verifica si assumono la responsabilità.

tetto.jpg

Il gruppo di lavoro internazionale D-A-CH-S formato da esperti provenienti dalla Germania, Austria, Svizzera e Alto Adige, ha pubblicato un documento dal titolo "Allestimenti di sicurezza e classificazione delle superfici dei tetti per uso e manutenzione." (formato PDF, 119 kb) con lo scopo di perseguire regolamenti standardizzati internazionali per sistemi di protezione contro le cadute dall'alto nei lavori in quota.

 



Torna alle notizie