Decreto Interministeriale del 4 marzo 2013.

Criteri di sicurezza sulle procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata ad attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare.


È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale (GU) del 20 marzo 2013, a mezzo avviso, il Decreto Interministeriale del 4 Marzo 2013 (formato PDF, 160 kb) che individua i criteri generali di sicurezza relativi alle procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare.

Il nuovo decreto sui cantieri stradali è focalizzato principalmente al fine di evitare investimenti di persone che lavorano sulla strada, eventi che hanno una magnitudo attesa di gravità elevata.

Il decreto coinvolge le imprese appaltatrici, esecutrici o affidatarie nell'apposizione della segnaletica per la delimitazione di cantieri stradali in presenza di traffico veicolare; di tale adozione le imprese di cui sopra devono dar evidenza nel DVR, nel DUVRI, nel POS e nel PSC.

Sono previste poi l'informazione e la formazione di lavoratori e preposti sia delle imprese esecutrici e affidatarie, oltre che del gestore delle infrastrutture, in base ai contenuti minimi dell'allegato II.

L'art. 4 affrontata in modo definitivo la questione sui DPI ad alta visibilità che, in buona sostanza rispondendo alla EN 471 (e alla relativa direttiva di prodotto), devono essere in:
  • Classe 3 per strade di categoria A B C D
  • Classe 2 per strade E F ed extraurbane
  • Classe 1 NON AMMESSI

 



Torna alle leggi