Legge del 22 Maggio 2017, n. 81.

Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato.


Fonte: AiFOS

Smart Working

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 135 del 13 giugno 2017 il testo della Legge 22 maggio 2017, n.81, che entra in vigore dal giorno successivo.

Si tratta di una importante novità normativa recante, al Capo I "Tutela del lavoro autonomo", il cosideddetto Jobs Act dei lavoratori autonomi con il quale il legislatore introduce una serie di tutele e disposizioni volte a favorire i rapporti di lavoro autonomo di cui al titolo III del libro quinto del codice civile.

Il Capo II della legge, "Lavoro Agile", contiene invece il primo inquadramento normativo nel nostro paese del cosiddetto smart working. Le misure introdotte hanno lo scopo di incrementare la competitività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, promuovendo il lavoro agile quale modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici per lo svolgimento dell’attività lavorativa.

 



Torna alle leggi