Scade il 16 febbraio 2011 il termine per l'adeguamento al D.M. del 3 novembre 2004.

Disposizioni relative all'installazione ed alla manutenzione dei dispositivi per l'apertura delle porte installate lungo le vie di esodo, relativamente alla sicurezza in caso di incendio.


Entro il 16 febbraio 2011 è necessario sostituire tutti i dispositivi per l'apertura delle porte di emergenza non marcati CE come prescrive il Decreto Ministeriale del 3 Novembre 2004 (GU n. 271 del 18-11-2004) in vigore dal 16 febbraio 2005.

porta_emergenza_maniglione_antipanico.jpg

Infatti l'articolo 5 riporta: "I dispositivi non muniti di marcatura CE, già installati nelle attività di cui all'art. 3 del presente decreto, sono sostituiti a cura del titolare in caso di rottura del dispositivo o sostituzione della porta o modifiche dell'attività che comportino un'alterazione peggiorativa delle vie di esodo o entro sei anni dalla data di entrata in vigore del presente decreto. La manutenzione dei dispositivi di cui al comma precedente dovrà comunque garantire il mantenimento della loro funzionalità originaria e dovrà essere effettuato quanto prescritto al punto c.3) dell'art. 4".

Ricordiamo inoltre che il titolare dell'attività è tenuto a far eseguire a personale esperto e qualificato la manutenzione di tali dispositivi; in particolare, come previsto dall'articolo 4 del presente decreto, il titolare deve:
  1. conservare la dichiarazione di corretta installazione;
  2. effettuare la corretta manutenzione del dispositivo osservando tutte le istruzioni per la manutenzione fornite dal produttore del dispositivo stesso;
  3. annotare le operazioni di manutenzione e controllo sul registro dei controlli.

 



Torna alle leggi